riabilitazione

Come intraprendere un eccellente percorso di riabilitazione

I percorsi di riabilitazione sono davvero molto delicati. Sono percorsi lunghi che portano a risultati visibili e tangibili in almeno un paio di settimane, ma sempre e solo se il paziente è stato costante, se le sedute di fisioterapia si sono susseguite quindi come previsto e se il paziente ha anche effettuato in modo autonomo tutti gli esercizi consigliati. Non solo, i risultati possono essere visibili e tangili, solo ed esclusivamente se oltre alla fisioterapia il paziente cambia il suo stile di vita, magari perdendo quei chili in eccesso che rendono i movimenti più complessi, magari seguendo un’alimentazione più sana, smettendo di fumare, facendo attività fisica, stando all’aria aperta quanto più possibile e non seduti tutto il giorno davanti alla televisione.

Sì, i percorsi di riabilitazione sono delicati, complessi e necessitano di pazienza e dedizione. E dobbiamo ammettere che molte persone proprio per questo motivo soccombono alla stanchezza, al dolore, alla mancanza di stimoli, trovandosi a chiudere troppo presto il trattamento riabilitativo, gettando letteralmente la spugna. Coloro che si trovano a vivere una situazione di questa tipologia, dovrebbero a nostro avviso scegliere una casa di cura, una struttura che sia ovviamente specializzata proprio in riabilitazione e che prevede un servizio residenziale. In questo modo è possibile vivere per un po’ di tempo, solitamente circa un mese, all’interno della struttura, essere seguiti dal fisioterapista in modo costante ogni giorno e avere a disposizione personale medico che dispensa terapie e consigli e che aiuta anche a modificare il proprio stile di vita per poter ottenere un maggiore benessere.

Dobbiamo ammettere che sono molte le case di cura di questa tipologia e di alta qualità oggi disponibili in Italia, ma ci sentiamo in dovere di parlarvi di una struttura in particolare, a nostro avviso infatti tra le migliori, il ricovero Villa Regina di Arco in provincia di Trento. Si tratta di una casa di cura dove sono disponibili molte diverse tipologie di attività fisioterapiche: si va dagli incontri singoli con il fisioterapista all’attività fisica di gruppo per tonificare le fasce muscolari e migliorare il movimento, si va dalle sedute nella piscina idroterapica alla danzaterapia o al nordic walking, senza dimenticare ovviamente i massaggi linfodrenanti e l’utilizzo di strumenti quali il laser ad esempio oppure gli ultrasuoni o i raggi infrarossi. In questa casa di cura è possibile inoltre seguire un’alimentazione ad hoc, che consente di minimizzare i danni che la propria patologia comporta o di perdere peso in modo efficace nel caso in cui risulti necessario. Il bello è che il paziente viene educato: scopre infatti come prendersi cura di eventuali ferite o patologie in modo del tutto autonomo e come effettuare degli esercizi riabilitativi direttamente tra le quattro mura di casa; scopre quale sia la migliore attività fisica da intraprendere quotidianamente e come mangiare per sentirsi sempre bene; scopre come essere autonomo e vivere quindi la propria intimità senza alcun tipo di difficoltà.

Certo, restare per circa un mese fuori di casa non è semplice, ce ne rendiamo perfettamente conto. Ma Villa Regina offre spazi in comune davvero molto ben curati e un eccellente giardino verdeggiante ideale per i propri momenti di relax, un luogo insomma che risulta davvero accogliente e che è in grado di mettere i propri pazienti del tutto a loro agio.