torta compleanno batteri

Il compleanno e le candeline

Nella vita delle persone di qualsiasi età, uno dei giorni più belli e maggiormente attesi è sicuramente il compleanno. Tra feste, uscite con gli amici e rinfreschi con i colleghi non può mai mancare la torta con le candeline.
Molte sono le trovate originali per apporre le candele indicanti gli anni del festeggiato, riducendosi numericamente all’aumentare dell’età.
Non importa quante siano, ma è importante prestare attenzione ai rischi.
Infatti mentre si soffia per spegnere le fiamme che fanno bella mostra sulle candeline, si gettano sulla torta tantissimi batteri, ovviamente dannosi per la salute del protagonista del compleanno e dei suoi invitati.
Oggi c’è uno studio che indica esattamente quanti batteri finiscono sulla torta di compleanno.

La torta di compleanno con i batteri

Bisogna soffiare o no? Per rispondere a questa domanda, è meglio prima conoscere quali siano i pericoli. I ricercatori hanno preso in esame le torte soffiate e quelle no, scoprendo che per la prima si conta un numero di batteri di 14 volte superiori a quello della seconda.
Cosa può succedere alla salute dei commensali? In realtà nulla di particolarmente grave, perché la quantità di batteri resta tuttavia contenuta e questa modalità non influisce molto sulla trasmissione delle malattie.
Insomma non ci si deve allarmare, a meno che il festeggiato o le persone a cui sono destinate le fette di dolce non abbiano malattie legate all’apparato respiratorio.

Le prove di laboratorio

Per conoscere esattamente numero ed effetti, gli esperti hanno preso la glassa per torte e l’hanno sparsa su un foglio in maniera uniforme. A quel punto si è provveduto a piantare le candele e a soffiare, osservando e misurando i batteri soffiati dai polmoni dell’ipotetico festeggiato.
Sono stati ingaggiati volontari ai quali è stata fatta mangiare una pizza prima di soffiare sulle candeline. In questo modo si è riproposta la situazione reale. Al termine dello spegnimento delle fiammelle, sono stati prelevati i campioni di glassa e sono stati analizzati.
La contaminazione batterica ha raggiunto un livello abbastanza alto.
Questa azione consente di trasferire i batteri dal proprio corpo alla torta, così come accade per qualsiasi microrganismo.
Soffiare significa far uscire il proprio fiato, con tutto quello che può contenere.
Meglio fare attenzione.
Se volete leggere altre curiosità del genere, allora dovete visitare il sito www.losapevateche.com